Anno 0. C.50 P.949 27 Aprile 2014

Anno 2008. Carta platino American Express, destinazione Milano, mezzo di locomozione Mercedes 6 cilindri alimentato con benzina super 96 ottani, arrivo alla Rinascente    Acquisti di svariato genere, profumo firmato per Lei, camicia firmata lui, pantaloni griffati ancora Lei    Si cambia reparto, alimentari: Salmone Irlandese pescato a “canna”, caviale del Don, champagne francese, whisky Scozzese, ottimo vino italiano: bianco Toscano, rosso pure, ma perché no! anche un Cannonau di Sardegna non guasta con un certo tipo di cibo     E si prosegue, con prosciutto di Pata Negra, formaggi svizzeri e francesi da gustare con noci e miele     Altro reparto, prodotti per l’ igene-casa, solo prodotti di grandi marche, piccole confezioni, grandi costi, e cosi per l’ igene-personale…grandi firme, ottimi risultati, grandi prezzi

Alla cassa si osservano quelle belle signorine ben vestite, ma le si compiangono, sempre li, in quel posto, un bel posto, ma sempre inesorabilmente quello, con turni anche di domenica …  Noi si ritorna a casa, ma prima una capatina in quel bar nei pressi della stazione centrale, un lounge bar dove si sorseggia champagne e si assaggiano tartine raffinate che sembrano involtini di sushi

Anno 2011. Carta Golden  American Express, destinazione Bergamo, mezzo di locomozione Mercedes 4 cilindri aliment. gasolio 75 ottani, arrivo all’Esselunga     Acquisti di vario genere, i profumi no, perché avanzati dalla volta precedente, camicia lui non firmata, pantaloni lei… anonimi.    Si cambia reparto, alimentari: Salmone in busta, già affettato, la canna da pesca è solo disegnata sulla confezione, uova di lombo che danno l’impressione di essere del caviale, ottimo champenois italiano, bianco e rosso del Veneto che il chianti Toscano è anche in offerta    E si prosegue, con prosciutto di Parma, formaggio Grana Padano e Certosa, da gustare anche da soli    Altro reparto, prodotti per l’igene-casa, non necessariamente di firme conosciute, tanto son tutti uguali!  L’ igene personale va curata quindi le marche non si toccano, al limite comperiamo uno o due prodotti in meno

Alla cassa si osservano quelle signorine, vestite tutte uguali nella loro livrea blu a righe, ma le si compiangono sempre li, in quel posto, ma sempre li, con turni anche di domenica e Pasqua … Noi si è di ritorno a casa, ma prima una capatina al bar del centro, uno champenois, tartine al burro e salmone

Anno 2014. Carta prepagata Poste Italiane, destinazione Albino, paesotto del bergamasco, mezzo di locomozione Dacia, quattro cilindri alimentata a gas-metano di cui non conosco gli ottani, arrivo al LDL. Acquisti  di vario genere, due profumi lei e lui, promettono siano pari al 80x cento a quelli di marca, di sicuro l’80xcento meno costosi, camicia per lui firmata ma di modello antecedente di qualche anno, pantaloni per Lei, stesso discorso precedente.   Si rimane nello stesso reparto, anche perché praticamente unico, alimentari: Il salmone ha stancato e allora passiamo al pesce azzurro che ti permette di sbizzarrirti in più versioni, dai primi ai secondi piatti, uova di lombo senza l’accompagno del salmone sono inutili quindi non si comprano… ci sono poi degli ottimi spumanti che sostituiscono egregiamente lo champenois, certo non sono la stessa cosa…Bianco e rosso li trovi di tutti i tipi, e tutti i luoghi d’Italia in offerta, ovviamente di annate recenti che di vecchio in quel posto ci sono solo io.      E si prosegue, con prosciutto del Botto, ottima azienda artigiana bergamasca, e per i formaggi ci si accontenta di qualche spaccio paesano presso i monti di casa nostra, mancheranno di raffinatezza, ma a bontà non son secondi a nessuno e costano infinitamente meno.    Sempre al l’interno prodotti per igene-casa e personale con marchi sconosciuti, ma confezioni famiglia e prezzi contenuti.

Alla cassa osservo quelle signorine, quelle donne, quegli uomini, tutti uguali nelle loro divise pulite, ma lise, li compiango, sempre li, con turni anche di domenica, Pasqua e Natale … prima di rincasare una capatina al bar nel piazzale del supermercato, Prosecco con noccioline e olive

Anno 2018 nessun tipo di carta, se non quella da bagno da acquistare ma non del tipo morbido, quella un po’ più ruvida, costa meno.   Destinazione  non precisata, dipende dove sorgerà un super mercato più economico della LDL    Per spostarsi niente auto, mezzi pubblici se non c’è il controllore a bordo     Arrivo non precisato.  Acquisti di vario genere, nessun profumo se non quello dato da un buon sapone di Marsiglia, quello a grossi pani bianchi, ottimo anche per il bucato e se diluito anche per i pavimenti di casa   Camicia lui e pantaloni lei, … ora inutile spesa, non si comprano,  si possono riadattare quelli degli anni precedenti. Alimentari, forse il pesce azzurro é ancora disponibile, se i mari non avranno smesso di produrli e ovviamente se costerà sempre poco,  salmone, caviale e champagne, li potremo sicuramente vedere nelle tv private, quelle senza costi di canone, i vini a ben pensarci sono buoni anche sfusi, se ne riduci drasticamente il dosaggio é ancor meglio, prosciutti, salumi e formaggi, speriamo vengano ancora prodotti economicamente da qualche contadino che garantisca la genuinità a discapito di altre regole igieniche e sanitarie.

2048. Alla cassa osserveremo uomini e donne vestiti ognuno come a loro pare, più o meno puliti, e non si compiangeranno, anzi saranno coperti d’invidia per avere un posto di lavoro cosi importante.  Nessuna sosta al bar, un mezzo bicchiere di vino lo berremo a casa stuzzicando un pezzo di pane con lo stracchino.

Ma nessun allarmismo, nessuna preoccupazione che tutto ciò avvenga! Ora abbiamo un nuovo partito politico che cambierà tutte le cose in meglio. E se poi non cambiasse nulla come è sempre successo, parecchia gente non avrebbe di che mangiare! … si potrebbe morire di fame nel 2048 ma non tra le mura di casa perché  quella se l’ho portata via la banca per insolvenza cronica e quindi non ci sarà nessun ritorno, solo un andata per l’altro mondo…

2 pensieri su “Anno 0. C.50 P.949 27 Aprile 2014

  1. Ciao Bile ,questo racconto è oltre l’immaginazione è futuristico ,tutto vero tranne il domani,mi chiedo ;”ma ci saremo un domani o saremo nell’aldilà?” Se andiamo avanti così ho moriamo di fame o la guerra è alle porte,questa è una mia conclusione ,ma spero di sbagliare tutte e due le domande ,ciao Bile

    Mi piace

    • Appunto caro Ubi, il senso era quello cosa caspita faremo se andiamo avanti in questo modo con questi merdosi di politici che ci ritroviamo? In modo sarcastico, come mio solito ho proprio voluto significare quello, in pratica scherzando ho detto la verità, non hai capito la parte dove parlo della Rinascente( che è il più ricco supermercato in Italia!) con le sue belle signorine che non invidiavo comunque perché all’epoca avevo la carta di credito platino. Poi la carta diventa golden, cioè d’oro, e il supermercato diventa EsseLunga, con signore che significa un po’ meno belle delle signorine perché il livello del supermercato scende di un gradino. Poi per ultimo si scende ancora di livello con carta di credito postale, l’auto e una Dacia, non più una mercedes, il supermercato e’ LDL con uomini e donne con divise lise. In pratica e’ come ero e come sono,sempre più povero grazie alla nostra politica di merda. E concludevo appunto dicendo quello che hai detto tu, che se andiamo avanti così, invidierò le cassiere che hanno un lavoro, e noi invece non potremo più permetterci nessun super mercato. Ciao Ubi.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...