20 Storie, una realtà.

GAUDIO. Accettare incondizionatamente, senza riserve alcune, un compito grande apparentemente impossibile, per divenire in volontà superiore, un disegno pre definito, affidato a una fragile Donna Albanese, che con incondizionata caparbietà, eseguirà nel corso dei suoi ottantasette anni a venire, come primo passo, per passare di conseguenza al secondo, con estrema semplicità ed aiutare ed assistere il prossimo, nella vita, come nella morte, che entrambi si inseguono in pari passo, nella legge della vita. Assistere  per terzo, alla nascita di una vita, che fa sempre spettacolo di meraviglia e di grazia, e vederne la presentazione al mondo, tramite funzioni umane che ne esaltano l’ Io, al quarto capitolo, la presenza tra noi. E per quinta considerazione avvenuta, ritrovare una persona scomparsa, che in realtà non era certo scomparsa, ma si preparava ad un compito Superiore, convertire le moltitudini, come chi si allontana da eremita per meditare sul male, e il come debellarlo nella solitudine dei saggi, più saggi.

DOLORE. Nel mondo ancora oggi vengono condannate alla pena capitale alcuni individui. Qualcuno ha sbagliato, comunque non si dovrebbe, ma viene condannato a morte, altri, i meno, sono innocenti ed in qualche caso, ingiustamente devono pagare il fio delle colpe altrui, … Chissà cosa pensa quella povero uomo, la notte antecedente la sua dipartita! E siamo al primo capitolo, ad esempio di mille e mille altri ancora. Molte persone, tutt’ora vengono torturate, flagellate, pungolate e umiliate ed esposte al pubblico scherno! E in aggiunta, obbligate a portar pesi su per la china, in modo da aggiungere sofferenza alla sofferenza, e ciò fa’ per due e per tre che il quattro e’ venuto da se’, e di fatto già c’è. E quel partigiano orgoglioso, s’è immolato per molti altri, altrimenti per rappresaglia avrebbero ucciso molti civili.  Come Jacob l’ebreo, che per salvare 10 suoi compaesani, a preferito morire piuttosto che parlare, e non salvare comunque la sua vita,  destinata alla deportazione, ma la sul posto tragicamente terminata, e non sono che due, del quinto esempio, l’apice di ciò che vorrò dire.

GLORIOSO. A nuova vita ci va ognuno che vuole, e che decide di farlo, stanco di quella vita che ha sbagliato precedentemente, qua, come primo, e conseguentemente sale a promessa, come secondo.  San Francesco e solo uno, di chi anche non Santo, ne può ambire. A terzo, riceve la gratificazione massima, l’investimento dell’immenso, del tutto. Per quarto e quinto, e conseguenza di elevazione a chi della propria vita, adempie incondizionatamente a mistica virtù incontaminata, riserva speciale dell’Eletta, trasmissibile a noi solo, per parte e non completa.

LUCE. Che Luce e’ Luce, e trasparenza dell’universo, come per uno, un miliardo e centomila sono stati battezzati a Luce. E per due, e’ stato dato a molti la facoltà, di compiere l’impossibile divenuto possibile, non ultimo ad umile frate, ed a un Polacco, per porre giusto esempio. Per tre, di nuovo chiamati al dovere sono sempre un miliardo e centomila. Al quarto nessun esempio può essere usato al riguardo, se si fa eccezione a qualche raro caso di ubiquità, forse non così raro. Il quinto viene perpetrato in ogni luogo, in ogni dove, una mano consacrata lo esegua a testimonianza.

Non v’è nulla di straordinario, se queste cose si sono susseguite nel corso dei millenni, le Persone Comuni, i Sacerdoti, i Beati, i Santi di tutti i tempi, non hanno fatto altro che proseguire nel Parlato di Nostro Signore, umile testimone di Dio Padre e dello Spirito Santo. E’ tutto scritto, nelle Sacre scritture dei nostri cuori, e nei venti Misteri enunciati, per l’intercessione costante della Santa Madre, si perpetua il modo giusto per accedere al Regno dei Cieli, nell’infinita Beatitudine, della visione di DIO.

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...