Picasso.365 & MEZZO

Di bello in questo brano c’è Guernica… e nulla più

image

In realtà è possibile si possa rimuovere dalla memoria alcune parti di vita e per poterlo fare, è necessario sopratutto chiedersi se veramente sia necessario.  Ciò non nuoccia ai sentimenti propri e ancor meno altrui. Se nell’ angoscia latente del sub conscio giunge il suggerimento di uno stato obbligato di allarmante malessere per una situazione mentale che si debba cancellare animo dovrebbe essere il netto contrario, meglio immergersi in piacevoli ricordi che portano ad un recente passato che si pensava scomparso.

Nel contesto sei combattuto, ora sei ciò che sei, e lascia che riaffiori quel sottile velo di trasporto che ti esalta, basta solo che rimani nel presente con il corpo, la mente lasciala viaggiare, tanto si ferma alla situazione attuale, sta solo fluttuando leggera verso l’oblio del passato, ma è ben ferma nel presente. E per qualche momento che può anche diventare una situazione di ore, diventi ciò che eri, che in fondo non ti dispiaceva, l’hai fatto per anni, sapendo probabilmente di sbagliare, ma a quello ci pensavi dopo, il mattino seguente, che una soluzione la trovavi, e lo stesso eri stato di un bene che valeva la pena di sentirti fuori posto.

E adesso stai bene, sei di nuovo quello che non volevi, ma sei, senza peccare, senza sbagliare, solo ti devi accontentare, stavolta non andrai all’eccesso, ora non ti fai di più, ti accontenti e godi di quel che hai che e’ molto, ma è un’altro problema e non te lo poni, non te lo devi porre.

Tutta sta “menata” per un bicchiere di rhum, e dell’ottimo vino, che serviva ben altro per sballare, ma anche allora come ora, e’ la psiche che la fa da padrona, e se hai raggiunto lo stadio ottimale di star bene perché si è creata la giusta situazione, tanto vale un bicchiere di vino, quanto una dose massiccia di altre porcherie, una ti annebbia la mente, sporcandoti lo stomaco, l’altra ti annebbia i pensieri, sporcandoti i polmoni, che tutte due hanno lo stesso il ben o malaugurato duplice effetto. Che è uno groviglio di cazzate precise nel suo insieme, o domattina, risulterà solo un nodo insolvibile, inestricabile, una cagata pazzesca, ed io cercherò di ricordare perché l’ho scritto, e se di nuovo tutto per me avrà un senso, lascerò che voi diate una spiegazione, un po’ come quando un artista pittorico, cerca di esprimersi con quattro scarabocchi, e con gli stessi vuole dire mille cose, per i migliori e’ pure dato riuscirci,  insieme che esprimere un concetto con un senso logico. Adesso so cosa provavo mentre scrivevo questa accozzaglia di parole mischiate tra loro, domani divertiamoci insieme a trovarne un senso.  Apro questa parentesi per ricordarmi il perché ho scritto di me quella sera, … Mi sono ritrovato con due belle persone, anni dopo a casa loro per cena.  Con me c’era mia moglie, che quando li frequentavamo non eravamo sposati, e loro non avevano due figli, ed io ero con loro, dicevo le stesse o quasi cose di questa sera, ma ero un’altra persona, e finito un discorso non pensavo di aver detto ciò che dico ora, e non mi sentivo, o non volevo sentirmi dentro come sto adesso, i miei intenti andavano oltre, tutto era differente. In pratica volevo solo dire di essere stato bene, senza il bisogno di star male e non solo fisicamente…. Buonanotte…….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...