Rondini e cielo, uomini e stress.365/6

imageLe rondini all’imbrunire sembrano impazzite nel loro volteggiare forsennato. Stanno volando per prendere cibo, l’intanto che lo fanno sembrano giocare tra loro, e si sfiorano in velocità incrociandosi pericolosamente, ma sanno bene cosa fanno mentre stridono felici. E volano in cerchio attorno al campanile di montagna schizzando all’improvviso, ora a destra, ora a manca, come il Cielo fosse la loro casa, il proprio riferimento.

Così come sembrano incrociare e svolazzare con il gioco di una scia luminosa nel cielo appena sorta dal passaggio di un concorrente senz’anima.  Sembrano moscerini laboriosi sparsi nell’immenso lenzuolo azzurro steso dalla mano di Dio.  Fra poco andranno nei loro nidi, qualcuna accudirà i suoi piccoli, altre coveranno le uova dei nascituri ritardatari, e anche oggi che il sole saluta le cime dei monti, la giornata e giunta al termine.

I rintocchi delle campane suonano nove volte, lasciando ogni volta una scia di secondo suono che avvertono noi e le rondini che il giorno va ad aspettare l’alba, che a rinnovata vita e nuovo celebrativo vigore, segnerà  altri voli, altre storie di vita per noi. E se le rondini avranno di che volare per vivere, noi ci affanneremo scioccamente per il solito nulla, che non di solo cibo viviamo, ma di altre mille velleità inutili non ci nutriamo. Il volo delle rondini e’ il loro lavoro, il proprio giocare con la vita, il loro procreare, la loro unica occupazione per esistere.

Che noi umani rimaniamo a terra senza volare, e ci inventiamo mille mestieri e mille cose ancora pensando di vivere meglio, ed ecco che per il solo poter volare come le rondini, molti di noi anche domani andranno da fattucchiere, maghi, paragnostici, psicologi, prano terapeuti,  e ingurgiteremo mille colori di altrettante pillole anti stress. Seguiranno filosofie alternative di vita sempre nuove perché sconosciute, per cercare di controllare la valanga di emozioni che invade quotidianamente il nostro emisfero mentale ed emotivo, e nel contempo, provare ad arginare lo straripare di cose inutili che siamo usi fare per fronteggiare il nostro vivere. Il mondo delle rondini e’ il cielo,… E il nostro?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...