La primula

image image imageVado per “Madonne” che ogni giorno un credente va per “Madonne”.  Oggi è venerdì,  la settimana è stata intensa piena di alti e bassi, che del resto quasi sempre nella vita di ognuno, i problemi dei giorni che scorrono sono risolti e altro è stato impostato per essere risolto, che ancora è il compito di chi vive e che siamo chiamati a svolgere.      Allora salgo il sentiero che porta alla Madonnina appena sopra il suo Santuario a Nembro, lo Zuccarello, e io vado un po’ più su perché i miei cagnolini giustamente o meno non possono entrare in un Santuario, e a poche centinaia di metri salendo nel bosco vado a Trovarla per ringraziare ciò che ancora per grazia ricevuta mi è stato donato nei giorni scorsi, che se uno respira di suo ha già ricevuto il più grande dei doni, il rimanente bello o brutto che sia è solo frutto del nostro  pensiero, delle nostre decisioni e perché no, anche dal essere noi stessi con il nostro compito del vivere.                  Scendeva in mezzo alle rocce un rivolo d’acqua proveniente dai monti più in alto, una persona penso’ di porci una Madonna, altri un fiore, io di mio ci ho messo qualche pietra, l’immagine della Santissima un cero e tanto tanto amore. Il bosco mi avvolge con un solo colore, e il suo magnifico silenzio fa più rumore di un orchestra che si insinua melodiosa nei tuoi pensieri e ti invade dentro, per contorno il crepitio delle foglie secche che calpesto con il mio passo leggero senza fretta, ogni anno un po’ più lento che l’affanno nella quiete dell’anima non aiuta e non consola.                                               Salgo.     Ad ogni passo butto fuori fiato e scarico tensioni finché non giungo in prossimità della Madonna che non è “intitolata” a nessuno, e’ del viandante.                      È li di fronte, sistemo qualche pietra scivolata dal composto delle altre, pulisco un po’ di foglie dalla esigua pozzetta perché i girini all’interno possano avere più spazio per rigirarvi, accendo un cero, e inizio a pregare con lo sguardo rivolto a Lei, non c’è nessuna premessa oggi, è giorno di Ringraziamento per ciò che ho avuto, per quello che ho chiesto per i miei cari, per le persone che ne avevano estremo bisogno ed infine per me, che anche mi dimentico, pregare per gli altri e più che farlo per se stessi, la Madonnina dello Zuccarello lo sa e lo sa anche Suo Figlio, che Lei è Mamma Sua, mia e di tutti.          È strano come certi pensieri mi giungano soavi e rasserenanti, suadenti e armoniosi quando un tempo sembravano favole per bimbi, è stato come un gioco beffardo ed insieme benigno dettato dalla disperazione.                                                                    Quando non sai più che fare per tirare avanti nel caos della tua vita, ti capita per reazione o di andare oltre e di solito rovinare il poco rimasto, o come dicevo, quasi per disperazione inizi a pregare, che all’inizio tutto ti fa strano, inconsueto, nemmeno ci credi che sei tu a farlo, e poi lentamente ti convinci che non stai giocando e non è tanto strano il tuo fare, sentì un “Qualcosa” un “Qualche d’Uno” che pian piano ti rassicura, che ti protegge dalle insidie del mondo, che non ti fa sentire solo, e c’è una Presenza che silenziosa ma prorompente ti invade lo Spirito.                                                                          E inizi a pregare.     E non sei più solo.                                                                                      Così anche oggi son lì che cammino su di quel sentiero, per andare lassù a quella piccola grotta.    L’ntanto che cammino quasi me lo voglia far notare la mia adorata cagnolina Minnie, si ferma davanti a me, io abbasso lo sguardo che lei è piccola, e gli vedo accanto una magnifica primula che spunta dalle foglie con una temperatura rigida ma bagnata da un pallido sole che ancora non ha detto di essere di primavera, e non ti scalda il corpo ma il cuore, non sono ancora arrivato dove devo, non ho ancora iniziato a pregare, ma adesso che non è più un gioco, e a ricordarmelo mi si è già presentata davanti una primula, la Madonna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...