Vale sempre la pena amare

imageVale sempre la pena amare

Oppure come quella volta nel tuo paese da dove venivi, in quel meraviglioso albergo con stanze enormi e camino all’interno di ogni una, dove nel bagno anch’esso enorme, mancava qualche piastrella sul muro poco sopra la vasca da bagno. Segno d’incuria, ma sicuramente più di povertà lì a Brasov in Romania, sembrava che come il resto di tutto quel paese, il tempo si fosse fermato al tempo di quando il Principe di Valacchia Vlad Tepes III ovvero il poi Conte Dracula per la fantasia dei suoi inventori scrittori, vi regnasse. Era tutto vellutato, strano, il paesaggio si confaceva a quel sinistro affascinante albergo, e Lei pareva essere una principessa da sposare, non tanto per la sua bellezza, ma ancor più per la sua giovanissima età, e solo quella aveva di molto giovane, l’esperienza invece, forse per necessità che in quei posti diventa virtù, era di gran lunga superiore a quella di Roberto che di anni ne aveva più del doppio dei suoi, tanto che poi con il tempo si rivelò tutto falso, tutta una bugia la sua presenza con Roby, come del resto la storia del Conte Dracula, che non era Conte ma Principe, non era Dracula ma Vlad III che non succhiava sangue a nessuno, ma faceva “impalare” la gente a lui ostile anche per futili motivi, e il paese dove c’era il castello era Bran e non Brasov, non era il castello dove ha vissuto, ma uno dei castelli da lui posseduti è gestito per suo conto, da altri regnanti governatori…
Quanto avesse poi pesato il rapporto tra realtà e finzione, verità nel corso del cammino di quella vita che aveva da proseguire inesorabile come la legge del giorno che nasce nell’alba e rivive nel tramonto, non è dato sapere se non in verità del dopo vissuto. Che tutto serve amalgamato dal sapere e della conoscenza del bene e del male. Tutto occorre sia, così come viene presentato dal disegno di esistere a riprova di comporre nel modo più adeguato il mosaico del vivere futuro. È utile il sapere dove si trova la mela marcia nel cesto, tolta quella, le altre si salveranno e non marciranno. Il vero amore nasce sulle ceneri degli errori precedenti, il vero amore è tale dopodiché si ha la consapevolezza di quello che è sbagliato. Perciò una storia d’amore v’ha vissuta sempre e lo stesso, nonostante tutte le sofferenze che può comportare, bisogna solo sapersi fermare al momento giusto, in modo la prossima volta di poter dire ti amo sapendo di essere contraccambiati dal medesimo sentimento, e se ancora non fosse quello con la A maiuscola, ancora migliore sarà il successivo, perché chiusa una porta se ne aprono altre cento…e la vita continua ogni volta che incroci uno sguardo nuovo, o il colore di quegli occhi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...