Francesca, E Alessandro o Alessandro e Francesca… L’Amore si pronuncia in un solo modo.

SEMBRA IERI CHE DUE PERSONE SI GIURAVANO LEALTÀ E FEDELTÀ, E OGGI, HANNO DI GIÀ POSTO UN SIGILLO INDELEBILE PER IL RESTO DELLA LORO VITA…BENVENUTO PAOLO, AMORE DI MAMMA E PAPÀ, AMORE DEL MONDO, AMORE NOSTRO

Siam qui tutti chiamati ridenti testimoni, per porre  sugello a un percorso  d’amore. Che è sempre bello un amore che sboccia nella sua storia. Come quando 28 anni fa, l’amore fatto carne si spegneva nella forma di una Rosa selvatica  per lasciar posto a nuova vita e far germogliare un altro fiore, con nuovi colori e rinnovata freschezza…

Francesca, orgoglio e vanto di mamma e papa’. Lei che con i suoi occhi verd’azzurro, nella penombra  di una sala da ballo, incontrava altri occhi verdi sulle note della musica, illuminando di luce i loro cuori assopiti nel nulla.    Che musica e amore non potevano che far sbocciare altro amore,  profuso nel tempo a venire per convolare a giusta unione.

I tre anni trascorsi da quella sera son solo serviti a dirsi TI AMO, son solo serviti a dire uno all’altra, non ti lascerò mai più.     Questa e’ una storia d’amore come lo sono tutte nella loro forma, unica e bella come unico e bello e’ quell’aleggiar d’amore che sfugge ribelle dai cuori di chi ama. Che al cuor non si comanda, che la mente si libra leggera come le nuvole che si rincorrono in cielo ad unirsi per procreare pioggia, che genera gocce di vita, e fluida scorre in un ruscello di montagna che a primavera ruba disgelo.

Che da sempre,  e all’infinito il giorno insegue il tramonto per ricongiungersi in un abbraccio caldo che si fonde in totale quieta armonia,  aspettando insieme l’amica alba che li chiama a rinnovata vita. Lo stesso sia per Voi, Francesca e Alessandro.  Possiate insieme ogni notte congiungervi in un tenero abbraccio che vi trovi uniti al sorgere di un nuovo giorno a rinnovato Amore, perché è d’amore che ci nutre.

Come GESÙ da voi invitato ha Benedetto  la vostra un’unione,  e fra poco Sara’ ancora con noi al banchetto delle nozze di Cana, per Festeggiarvi e compiere il suo primo miracolo d’amore. Evviva gli sposi, evviva la vita, evviva l’amore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...