Dedicata ai Papà di tutti

Da Figlie e Figli a tutti i Papà del mondo…

Mi devo ricordare di raccomandare a Susy di non uccidere quel ragnetto che esce sempre di sera e scende una manciata di centimetri dalla gronda che riveste il ciglio del balcone, si rannicchia su filamenti che aveva fatto prima e se ne sta lì immobile

Non me ne frega niente di un ragno,… nemmeno mi piace ma “quello” non si tocca, piuttosto gli cambio posto
Può essere che un po’ di compassione si deve provare per chiunque… purché sia vita e la vita è Amore

Dire ‘Amore’ scrivendolo quasi ad ogni fine di uno dei miei capitoli, non è semplice    Ogni volta che sto per scrivere Amore, per primo mi premuro di non essere ‘sdolcinato’  L’ Amore non è ‘sdolcinato’ l’Amore è semplicemente  dolce non ha bisogno di zucchero aggiunto

Poi penso anche di non scriverlo mai con compassionevole finzione… Guai prendere in giro il sentimento dell’Amore, per me sarebbe come offendere Dio. perché  è l’Amore
Alla fine finisco per metterci dentro tutto ciò che di bello penso di avere nel cuore, e mi viene ancora di lasciare scritta la parola Amore e spero ardentemente possa in un certo qual modo riuscire a trasmettere il mio intento nel voler scrivere Amore alla fine di molti dei miei scritti

È presuntuoso pronunciare la parola Amore,… è talmente infinita che al massimo se ne può conoscere un pizzico delle cinque sillabe che la compongono e basta giusto quel “pizzico” per Amare anziché odiare

Amare è l’espressione di un infinita’ di modi di dire e oggi si amano tutti i Papà perché il 19 di Marzo è la loro festa        Che il mio di Papà due giorni prima della sua festa lo ricordo con la mente e il cuore… è passato molto tempo  dacché Lui non è più con noi.

E’ trascorso troppo tempo e non posso più dirgli quanto gli voglio bene, forse perché prima non gliel’ho detto mai  Il mio Papà è stato un uomo con pregi e difetti, forse poteva essere migliore ma scagli la prima pietra chi non ha peccato. Tutti i papà  avrebbero potuto essere migliori in qualcosa e in Paradiso ci vedo anche Il mio

 

 

Invidio e con Lei gioisco La mia Susy ha ancora un meraviglioso Papa’ che dietro i suoi baffi se la ride dell’età che incombe bussando al suo cuore con 78 primavere

Monta ancora a cavallo con una certa dose di superbia e non disdegna di partecipare a giorni di lunghe escursioni a dorso del suo meraviglioso cavallo Ghebor
Allora io ne approfitto un poco e a quell’uomo che si chiama Flaminio rubo un po’ del Papà che da troppo tempo non ho più con me

Gli rubo le storie del suo lontano passato, gli rubo aneddoti sulla gente di un tempo pastora, gli rubo la sicurezza che ancora trasmette nel essere seduto a tavola con Lui

Ogne scarrafone è bell’a mamma soja… Ma oggi è la festa del Papà e Noi maschietti non facciamogli sapere che Amiamo di più la mamma… oggi è la festa del Papà

E come è un Papà vero?

Un vero Papà è colui che pensa al benessere della moglie e dei figli, prima di ogni altra cosa al mondo Un Papà è quello può anche sembrare ‘secondo’ quando invece agli occhi di un figlio appare sempre il primo

Il Papà è quello che usciva dalle caverne dove lasciava al sicuro la sua Compagna e i figli dietro un bagliore di un fuoco sempre acceso L’uomo usciva dalla caverna e rischiava la vita ogni giorno per cercare di uccidere animali 10 volte più grandi di Lui e chissà quante volte non tornava… e se tornava aveva cibo con se per tutta la sua famiglia…Quelli che tornavano e quelli che non tornavano a casa, erano dei Papà a tutti gli effetti, con barba e peli su tutto il corpo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...