Veliero è il pensiero. Solo per oggi.

Il veliero va’, e mi porta via, in alto mare,  e già, sei meno mia. Inevitabile ora mai ma come faccio ad immaginare che sarai di un altro uomo. ( Grande Lucio ) Il veliero va e ti porta via, dalla mia mente, dai miei pensieri che sciolte le vele, si gonfiano d’aria e danno forma a un idea.  L’ idea… prendere forma, immaginare un risultato positivo, pensare di avere ancora una volta, trovato la soluzione migliore ai propri affanni.

Il veliero che trasporta i nostri pensieri sembra voli sospinto nell’aria.
Non serve altro, basta solo che il veliero voli, il resto lo fa la nostra mente che innesca pensieri per belle idee che forse saranno non sempre dal final felice, ma son servite a credere in ciò che stavamo facendo, a credere in noi, che altro non serve.

Allora veleggio su di questo veliero, lo si immagini grigio e scuro come quello dei pirati con un vessillo issato che ricorda la morte… o lo si voglia immaginare color del faggio ornato di bianco con bordature azzurre, e sui pennoni più alti di questo veliero, svettare orgogliosi dei drappi di candida stoffa.

Ognuno lo immagini del colore che preferisce ma si veleggi insieme a lui, sarà la culla dei desideri e delle speranze. Il veliero è un pensiero e il sogno lo abbraccia. Tanto fa che mi ritrovo nell’immaginario a  sognare.

Nei sogni ci sono colori e sfumature che si uniscono tra loro. Si vedono persone “chiare” come nitido è il loro sentimento, al contrario figure contorte grigie e nere come il malumore.  Non mancano quasi mai mari e monti sfuocati dai loro intenti e venti che da caldi d’un tratto diventano gelidi… son sogni.

Se in sogno vedo ‘bestie’ feroci che mi vogliono aggredire, la speranza in quei terribili momenti è trovare rifugio arrampicandomi su di un albero o un muro abbastanza alto così che nonostante denti e artigli arrivino quasi a ghermirmi i piedi, per fortuna, di soprassalto mi risveglio, agitato ma ancora intatto, in qualche modo ce l’ho fatta. Ripenso al sogno sperando di ricordare che muso avevano le bestie feroci nel sogno… nessun muso d’animale… solo ‘facce’ di uomini e poi il sogno svanisce con il primo sbadiglio e “stirata” di risveglio.

Sogno che la inutile brutalità  delle guerre possa finire, e sto per essere esaudito dal presente, tutte le super potenze sono dotate di bombe che autodistruggerebbero anche chi pigia il bottone… Sogno che tutta la gente possa avere quel poco di serenita’ che gli consenta di vivere felice e sogno che per quelle poche persone che non vogliono la felicità degli Altri, possano arrivare a capire che la cacca la fanno come tutti e prima o poi smetteranno per sempre di farla… come tutti… inutile comperare un Water d’oro.

Il sogno più bello mi riporta a Te Compagna di vita, ed è di volare trasportato dalle ali di un drago sopra questa giungla intrisa di nastri asfaltati per poterti raggiungere… Sono grandi falcate di drago quelle che fendendo l’aria mi spingono a Te. Sono grandi falcate d’ali di drago ciò che sento nel mio cuore quando il mio sguardo t’incontra. Il drago che io minuscolo cavalco sul suo dorso e che sputa fuoco su chi vuole farti del male mio Amore, sa vedere nei cuori e non sbaglia un sol colpo… e nel mio di cuore, ha letto che ti Amo.

Si dice di non essere ‘sognatori’ ma realisti… se scappare ogni tanto da un destino che ti insegue è un “mal agire” accetto di delinquere per Amore. Preferisco sentirmi a cavallo di un drago in tua difesa che non saperti felice mio Amore, e così spero per tutti gli altri miei sogni.

firmato,

il tuo Principe Azzurro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...