Tempo bizzarro

QUELL’ALLEGRONE DEL TEMPO.

Il tempo non è bizzarro, fa ciò che deve quando deve, e se il suo comportamento pare scombinato quando scarica bombe d’acqua al suolo, altro non si ha più quanto non meriti di aver voluto avere.

Il tempo non è pazzo e comanda alle viscere della terra che ha la pancia piena di magma, di riversarla sulle pendici del monte eruttandola, sennò il mondo intero scoppierebbe. Ovvio che se la lava incontra ostacoli costruiti sul suo cammino non li possa evitare. Il tempo è innocente quando butta giù neve a palate gigantesche… normale che al disgelo si formino valanghe, anormale sfidare la sorte nonostante la forte possibilità di risultare degli incoscienti. Il tempo crea tornadi di intensità tale da spazzare via tutto ciò che incontra sulla sua strada, forse bisognerebbe fare come il porcellino più furbo che costruisce la sua casa e cose sulla roccia, anche il vento più forte ha paura di chi non fa nascere un fiore. Il tempo è anche terremoto in terra e tsunami in mare, essi non guardano in faccia nessuno e pure loro  ti consigliano fondamenta solide per quanto possano bastare e servire a far continuare una vita perché il sacco è ancora pieno, un sacco pieno di vita.

È come fosse un enorme sacco di farina per fare il pane. La vita è un sacco di farina che il gran Mugnaio ha confezionato per il mondo. Da quel sacco proviene la vita, se ne attinge a piene mani ogni giorno e chi tiene le dita più strette ottiene piu doni. Tutti prendono a piene mani ciò che contiene il sacco della vita, anche il clochard che meschino ha molti buchi nel guanti di lana e non trattiene che poche briciole.

Golosamente molte mani si immergeranno in altre infinite storie di vita  rimestando e annaspando tra la farina perché invece che polenta possa essere una fonte ispiratrice per colorare il palcoscenico del vivere di ognuno per trasmettere emozioni ai cuori. Solo Babbo Natale non svuota ma riempie il sacco che porta sulle spalle e ancora regala la neve che contiene pane… sotto la neve c’è pane, lo sanno anche gli uccellini che si scambiano cinguettii nascosti tra le foglie dei sempreverdi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...