Il galoppo della vita

L’impotante nella vita è salire sul cavallo giusto, perché se fai come Zorro e saltando da un balcone ti ritrovi di sotto un pony invece che un destriero, ecco che cominciano i guai.

Che poi non è detto che salire in sella ad uno stallone bianco di nome Marengo faccia la differenza se poi finisci come il suo ‘padrone’  Bonaparte. Del resto i nostri Alpini hanno difeso i confini dei monti a dorso di mulo, han persino dovuto bere il loro piscio per confermare la loro sudditanza versa ad un ideale che era uguale a quello proposto ad Adamo ed Eva… o mangi sta minestra o salti dalla finestra.

Un mio amico dice che l’importante non è salire sul cavallo giusto ma sulla cavalla giusta… e se ti capita un cammello? Ma… immaginatevi una pariglia di sei cammelli che trascinano una biga con sopra un soldato incazzato che va incontro ad una pariglia di sei dromedari che tirano un carro con a bordo un guerriero anch’esso di molto arrabbiato.  Vincono i dromedari perché hanno due palle anche sulla schiena.

Gli animali a quattro zampe con le corna mostrano la loro fierezza… gli uomini e le donne con le corna mostrano tutta la loro impotenza.

Cometa, Ballerina, Fulmine, Donnola, Freccia, Saltarello, Donato, Cupido e Rudolph hanno sempre fatto bella mostra di se nel mondo intero. Quando le renne di Babbo Natale sfrecciano solcando i cieli alla ricerca di un camino, protendono orgogliose il palco fluente nel fendere l’aria cosparsa di neve. La renna è al femminile perché un “renno” non esiste, così come al contrario la jena fa da padre e madre insieme,  lei è la regina del branco, come Elisabetta.

Che essere regina non ci vuol niente se nasci in un alveare giusto nel momento giusto… un ape regina e uno sciame di sudditi che porta rispetto, uguale che Zorro sia salito sul cavallo giusto così come ha fatto Garibaldi montando Marsala, e che poi ne comandasse mille non è sicuro ma di certo poggiava sospeso su quattro robusti zoccoli.

L’importante nella vita è cavalcare il tempo con la cavalcatura giusta e per ritornare alle corna,  nel medioevo i regnanti venivano trasportati su carri trainati da buoi forti come gli elefanti di Annibale.

Meglio non fossero tanto preziose le zanne dei pachidermi di Annibale, e anche non servano realmente a niente e nessuno se non a loro stessi,  per un bizzarro disegno disegnato dalla stravagante stupidaggine umana, pare che le zanne siano indispensabili per affermare virilità e potere tanto da diventare preziose quanto e più dell’oro.

L’oro color del sole è la lega più preziosa che esista sulla terra, ne sanno qualcosa gli asini che sulle loro spalle hanno contato il peso del suo valore ogni giorno, per anni sino alla fine. Un po’ come i fratelli ciuchi greci  di Santorini che salgono e scendono ogni santo giorno dalle mulattiere per portare persone dal mare al colle e anche loro al calar delle tenebre ne han piene le balle.  La Grecia affascina i turisti ma per gli asini era meglio nascessero liberi nelle immense distese pakistane, in quei luoghi allo stato brado non si ha bisogno nemmeno di tagliare le unghie degli zoccoli.

Sancho Panza non si sentiva sminuito nel servire Don Chisciotte della Mancia a dorso di asino e non non si sentì sminuito nemmeno Gesù il giorno delle palme.

Il canguro non trotterella ma saltella e non lo si può cavalcare perché per sella ha un marsupio ma se qualcuno pensa non si possano cavalcare gli uccelli si sbaglia perché uno struzzo corre veloce sellato con sopra un cavaliere… l’importante è fare come Mandela che ha saputo cavalcare l’onda del proprio destino e se ancora non bastasse cavalcheremo l’onda gigante ricolma d’amore di Gandhi.

Cavalchiamo tutti, su destrieri o altri animali, cavalchiamo sulle onde dei mari e cavalchiamo sui nostri pensieri. Cavalchiamo con il cuore nei tortuosi sentieri dell’ignoto, cavalchiamo e fidiamoci di un domani migliore che stando fermi non si va da nessuna parte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...