Oggi sposi. C.44 P.499 17 Luglio 2018

Una promessa per sempre.

Rapallo, era estate. Lui biondo alto e secco che sembrava un rappresentante del l’Ikea che venisse dalla Svezia. Lei mora, una bella ragazza anch’essa alta che sembrava Heidi provenire dal Trentino. Sara invece veniva da Bergamo e Omar da Alessandria, ragazzi alle prime esperienze nello stesso locale per il lavoro di servire ai tavoli di una sala da pranzo.

Malandrino il destino che occhi chiari e occhi scuri si incrociarono mille e mille volte al giorno tra un piatto servito e l’altro, così che lo sguardo di entrambi divenne un pensiero fisso nella mente di ognuno… un pensiero d’Amore, e di li a non molto il primo bacio ai piedi di una luna che furba li fece innamorare.

Omar aveva tanto bisogno d’amore, troppo poco ne aveva ricevuto in passato, talmente poco che ebbe paura a dichiararsi apertamente alla sua Sara nei primi approcci sul nascere della loro avventura ma Lei era già interessata al loro futuro e non al passato di Omar, quello era un triste fardello che l’amore avrebbe seppellito insieme ai ricordi più tristi per lasciare riaffiorare solo i più belli.

La faccenda si fece seria, i baci divennero sempre più numerosi e non rimasero solo quelli perché diventarono uno splendido batuffolo con occhietti vispi di nome Riccardo. Non ci fu più posto per Heidi e Ikea, i due oramai erano una famiglia costruita sulle rocce dell’Amore come l’edera che si avvinghia in ogni pertugio.  Amore con la A maiuscola così che furono e sono Sara, Omar e Riccardo.   Giuntii al punto di questo rifiorir di rose rosse Omar disse a Sara…

Verrai con me lontano, oltre i confini d’adesso dove il cuore ama stare, oltre i confini del mare, oltre le dita dei monti che invano cercano di dare il “5” al cielo.

Incontreremo voci suoni e mille colori e li vivremo camminando su di un prato o volando tra le nuvole. La mia mano stringerà la tua, e in ogni dove asciugherò lacrime ai tuoi muti perché.

Ti porterò in un posto dove raccoglierò il tuo sorriso per poi spargerlo nel mondo, in una notte senza luna così che in un manto di stelle possano brillare fra tutte i tuoi occhi… e io, mi ci possa riflettere per vedere l’amore che hai dentro… ti accoglierò nel mio abbraccio e sentirai di aver trovato un approdo dove i tuoi pensieri trovano casa. E quando sarai pronta, se vorrai, allargherò le braccia così che le tue ali possano dispiegarsi… e sarà una gioia infinita per il mio cuore, vederti librare libera e leggera trasportata dalle nostre comuni emozioni verso un domani di serenità… e Sara sospirando sentí un profumo…  e disse sì.  Il resto della storia é da vivere dentro la storia dove ci sono mille  amici che vi condurranno per mano nel l’Eden dei prati più verdi e ci potrete vedere e contare uno ad uno perché siamo tante margherite che vi sorridono augurandovi che la vostra storia sia benedetta dal bene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...