Giudicando senza ascoltare

Cosa ne pensa Alfredo di quel giudizio dato per la più bella d’Italia. Quei voti dati per la vittoria di Miss Italia sono discutibili , anche a giudizio avvenuto, magari parlandone in un bar che lascia trapassare ogni discorso dalle sue mura, incuranti di chi ne parla, perché poi escono da lí modificate, ingigantite, esasperate, il tutto per stupire e poter criticare.
Per questo Alfredo, persona distinta e raffinata, inventore di mille mestieri e risolutore del solo vestito in doppiopetto grigio che indossa con il cambio di poche camice e molte cravatte sbiadite dal tempo, ama confrontarsi ancora con i pareri della gente nel credere in un futuro migliore. Per questo Alfredo amava opinare, forse perché dire la sua era gratis, e una nobile opinione non conosce prezzo, era ciò che rimaneva ad Alfredo oltre l’abito con quattro camice camicie e le cravatte senza colore.

Senza nome, non capisce nulla o quel che capisce, lo capisce solo Lui. Non veste in doppiopetto, anche perché ha molti anni meno di Alfredo,  jeans e maglietta d’estate,  maglione e giubbotto in inverno. Senza nome, non da giudizi sulla donna più bella d’Italia… se ne frega lui, il senza nome, ha interesse solo per il calcio. Senza nome, probabilmente non ha vinto la sfida con la vita, per questo è divorziato e pensa solo alla squadra del suo cuore parlandone sin dal mattino con gazzetta sportiva in mano e nel l’altra la tazzina del caffè che nel frattempo puntualmente si fredda e lo butta giù d’un botto non ricordandosi di non averlo nemmeno zuccherato, una ciofeca, come la sua vita in jeans e maglietta.

Andrea non esprime opinioni, ascolta e valuta, poi in separata sede, al riparo da maldicenze e invidie di gruppo, sentenzia giudicando su carta stampata e anche sul cielo. Andrea è un distinto signore di tanti di quegli anni che si piega in due ogni volta che si solleva da una sedia… Lui è un politico o politicante, veste in abito blu, camicia bianca e cravatta nera. Iniziò la sua carriera politica che indossava gessati di tessuto che pungevano la pelle, e negli anni sessanta passò agli abiti in blu che non smette mai di portare anche adesso. Non ha tempo per dire il suo parere o la sua opinione sulla donna ritenuta più bella d’Italia, è impegnato sui fatti politici di fazioni diverse, come non ha tempo di cambiare il colore dei vestiti. è troppo occupato a guadagnare più denaro possibile. Perciò se ne frega e tira diritto per la sua strada. Forse non gli basta il suo avere in denaro che corrisponde ad un lauto stipendio mensile per ogni respiro egli faccia in un giorno. Forse per sete di denaro o forse per il potere, meglio non entrare nella logica di due argomenti che inseguiti affannosamente portano preoccupazioni e triste solitudine pur vivendo tra e con mille persone.

Alfredo esprime un opinione su Miss Italia e arrotolandosi con le dita un barbiglio di baffo, di sotto sogghigna perché al fin fine non gliene frega niente…… senza nome ha una sola opinione e la dedica per intero alla sua squadra di calcio, Andrea annuisce e non gline importa nulla, tutti giudicano, nessuno ascolta. Le Miss Italia, siamo ognuno di noi. Elette, quindi giudicate, la critica migliore secondo il parere di chi la esprime, ma si giudica e non si ascolta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...